Il colloquio di lavoro

Il colloquio di lavoro è  un passo decisivo nella carriera professionale di una persona. Per la prima volta  si trasmette l’immagine di sé al futuro possibile datore di lavoro o chi per lui è incaricato di scegliere la persona giusta per rivestire un determinato ruolo lavorativo.

In questa sezione proponiamo una piccola guida in cui sarà possibile apprendere quanto necessario per affrontare al meglio un colloquio di lavoro.

Il colloquio di selezione può avere una doppia finalità:

  • Conoscitivo/motivazionale: in questo caso si tratta di un colloquio in cui si cerca di ottenere il maggior numero possibile di informazioni su caratteristiche personali del candidato e sulle motivazioni che lo spingono a ricoprire quel ruolo professionale;
  • Tecnico: in questo caso sono valutate le competente tecniche e professionali maturate dal candidato nel corso della sua esperienza professionale.

Le modalità attraverso cui può essere svolto un colloquio sono due:

  • Individuale: il candidato è generalmente solo di fronte a uno o più interlocutori;
  • Di gruppo: diversi candidati partecipano contemporaneamente ad un colloquio che può essere tenuto da uno o più esaminatori. I candidati vengono coinvolti in discussioni di gruppo e simulazioni di lavoro, con lo scopo di valutare le capacità dell’individuo di lavorare in un team,  comprendere alcuni tratti della  personalità come la leadership,  l’autonomia,  la capacità di discutere in maniera costruttiva,  la creatività, al fine di valutare le capacità necessarie per svolgere un’attività professionale che richiede collaborazione e proattività.

In questa seconda parte, daremo alcuni consigli su come affrontare un colloquio di lavoro, tenendo conto delle possibili domande e risposte efficaci da dare e alcuni consigli utili su cosa fare e cosa evitare durante un colloquio.

Il responsabile della selezione o lo stesso datore di lavoro,  hanno come obiettivo quello di comprendere in un breve lasso di tempo, il tipo di persona che hanno di fronte e che tipo di lavoratore potrà essere. Di seguito quindi sono proposte una serie di domande tipiche che vengono fatte ad un colloquio di lavoro e le possibili risposte da dare:

  • Mi parli di Lei à parlare delle proprie esperienze professionali e personali utili ai fini della posizione lavorativa;
  • Quali sono i sui obiettivi professionali? à indicare quali sono le proprie aspirazioni professionali;
  • Ci dica i suoi punti di forza e di debolezzaà in questo caso bisogna essere sinceri, cercando di evidenziare i propri punti di forza adattandoli a situazioni reali. Per quanto riguarda i punti di debolezza, bisogna essere capaci di renderli dei punti di  forza per l’azienda, cercando di far risaltare quella caratteristica che a voi risulta negativa, come un possibile vantaggio per l’azienda.  In caso di un aspetto negativo del proprio carattere, non essere categorici nel dire per esempio “di non essere mai cambiati”, ma è necessario  far capire all’interlocutore che le esperienze professionali e di vita ti hanno aiutato molto a migliorare quel determinato aspetto  ( ad esempio: “sono una persona molto testarda, ma grazie all’esperienza lavorativa appena conclusa e al fatto che ho dovuto sempre confrontarmi con le opinioni di diverse persone, ho appreso la capacità di ascoltare le opinioni altrui riuscendo spesso a cambiare il mio modo di vedere le cose qualora capivo che il mio modo di vedere non risultava la soluzione migliore.
  • Perché vuole lavorare nella nostra azienda? à questa è un’ottima occasione per dimostrare le tue conoscenze sull’azienda per cui ti sei candidato. Prima del colloquio è bene cercare  informazioni sull’azienda capendo quali possono essere quelle da poter utilizzare durante l’intervista. Cerca di “vendere” il motivo per cui ti stai candidando a quella posizione lavorativa, focalizzandoti su quelle che sono le “desidered skills risultanti dall’annuncio di lavoro. Cerca di far comprendere al tuo interlocutore che la job position per cui ti stai candidando risulta fondamentale per la tua carriera professionale, in quanto rappresenta un tassello fondamentale per raggiungere i tuoi obiettivi. In questo modo i recruiter saranno più propensi ad investire su di te in quanti si trovano di fronte una persona motivata e determinata.

Le regole d’oro per affrontare un colloquio di lavoro

Per favore attendere...

Iscriviti alla Newsletter di Tiberiolavoro.it!

Vuoi essere sempre informato sulle offerte e le news provenienti dal mondo del lavoro? Inserisci la tua email e il tuo nome e resta sempre aggiornato con Tiberiolavoro.it!